• Marco Sanlorenzo

Il centro nutrizionale di Antananarivo


Il centro nutrizionale diretto da suor Annick Labrousse è situato in uno dei quartieri più poveri della capitale Antananarivo e rappresenta per molti una vera ancora di salvezza.


Il centro è dedicato non alle famiglie in generale ma ai bambini/ragazzi in età scolare che frequentano le scuole primarie e secondarie.


Attualmente circa 1000 di costoro afferiscono al centro che eroga un pasto al giorno comprensivo di un piatto di riso (alimento base in Madagascar) con carne e/o legumi, possono bere acqua filtrata non contaminata da parassiti/ batteri (una rarità in questo quartiere!); per molti dei ragazzi, appartenenti a famiglie poverissime, questo rappresenta l'unico pasto decente di tutta la giornata.


Il centro è aperto 5 giorni alla settimana (segue il calendario scolastico, non sono attive lezioni il sabato e ovviamente la domenica); gli studenti entrano divisi in gruppi e con orari differenti onde evitare caos e permettere a tutti di sedersi e mangiare senza eccessiva fretta. Una serie di collaboratori e volontari aiuta nella gestione della cucina pasti, poiché non è semplice preparare 1000 pasti ogni giorno e poi pulire i locali, lavare le stoviglie, ecc. per essere pronti per il giorno seguente.


Parallelamente vengono anche seguiti oltre 80 piccoli di età tra 0 e 3 anni e si forniscono alimenti adeguati a loro, latte per infanti che viene acquistato in alcuni centri della capitale.


Si è creata una rete di mamme volontarie che seguono i più piccoli e bisognosi: costoro sono ospitati in locali idonei per tutta la giornata cioè dalle 7 del mattino fino alle 16,30 / 17 di sera, poiché necessitano di molte attenzioni.


Nonostante questa mole di lavoro e di risultati conseguiti, ci sono circa 400 altri bambini/ragazzi che necessiterebbero di aiuto alimentare, ma che non possono frequentare il centro per mancanza di copertura economica per affrontare tale ulteriore spesa; si trovano quindi in una sorte di “lista di attesa” che durerà fino a quando non si riuscirà a trovare gli aiuti per inserirli nel programma del centro nutrizionale.


La nostra ODV collabora con suor Annick e contribuisce al sostegno delle sue attività, ma questo non è sufficiente .


Ci auguriamo che persone sensibili a quanto illustrato possano aiutarci economicamente, onde permettere a tutti i bisognosi di poter usufruire del centro; in un Paese molto povero come è il Madagascar è normalmente difficile e arduo per i più diseredati frequentare le scuole, studiare e conseguire dei risultati, ma lo è ancora di più se si è a ”stomaco vuoto”.


#madagascar #antananarivo

7 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti