Isoanala: le ultime novità!

02/12/2018

 

Il primo turno delle elezioni presidenziali in Madagascar si è tenuto il 7 novembre, ma solo il 26 novembre l'Alta Corte Costituzionale ha convalidato i risultati che, come largamente previsto, hanno visto Andry Rajoelina e Marca Ravalomanana arrivare ampiamente in testa: il primo con il 39% e il secondo con il 35% dei voti. Nettamente distaccato il Presidente uscente, che ha raccolto solo l'8%.

 

Il 19 dicembre, pertanto, si contenderanno la poltrona presidenziale due ex-Presidenti, divisi da un astio e un odio anche legato a vicende personali: Andry Rajoelina è il populista, l'uomo stravotato nei piccoli centri e nelle campagne, ed è particolarmente legato alla Francia; mentre Marc Ravalomanana, uomo legato agli USA e alla borghesia malgascia, ha vinto nelle grandi città, specialmente nella capitale, con uno score non così elevato come altre volte. Bisognerà vedere quali saranno le alleanze che i due riusciranno a concludere, sia con il presidente uscente (dote dell'8%), sia con la pletora di tutti gli altri candidati (partitini vari che hanno partecipato al primo turno consapevoli solo di poter poi contare qualcosa).

 

La percentuale di votanti è stata bassa (circa il 54%), anche perchè nelle regioni e nelle zone molto isolate la popolazione non ha ancora la più pallida idea che si sono e si svolgeranno le elezioni presidenziali (e, in genere, ogni forma di elezione!).

 

Nella nostra regione sono continuati con elevata frequenza scontri armati tra militari (gendarmeria nazionale e, in casi particolari, forze appartenenti all'esercito) con bande non ben identificate, in alcuni casi formate numerosi uomini, sempre ben armati, con morti e feriti da ambo le parti.

 

Quasi il 50% dei ricoverati nella nostra struttura a Isoanala negli ultimi 35 giorni è stato composto da gravi persone che presentano ferite da arma da fuoco, a dimostrazione del grave problema che è presente. La popolazione ha timore nello spostarsi, e cerca di farlo in gruppo: i mezzi (camion, servizio trasporto persone) cercano di viaggiare il meno possibile, soprattutto al calar della sera, quando preferiscono fermarsi e non procedere nella notte. Anche al mattino, comunque, si aspetta un sufficiente chiarore prima di partire.

 

La siccità ha imperversato nella regione di Isoanala e le prime piogge sono cadute solo il 24 novembre, nonostante si attendessero verso i primi giorni di ottobre. Parallelamente, abbiamo avuto un netto aumento di casi con severa malnutrizione ,disidratazione, malaria cerebrale e altre patologie la cui frequenza è legata in parte alle condizioni climatiche. La siccità ha, inoltre, pesantemente ritardato la semina e ha compromesso per molti il primo raccolto: questo vuole dire un prossimo importante peggioramento della salute per deterioramento dell'approvvigionamento alimentare.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Ultime news
Please reload

Ricerca tramite Tags
Please reload

Ricerca tramite Categoria
Please reload

© 2017 by Degio for H&T Onlus - Created with Wix.com

H&T Onlus: contatti